Progetti editoriali

 

progetti editoriali bn

"Quando trovo la parola giusta per dire quello che sento è una vittoria."

Concita De Gregorio (2016). Cosa pensano le ragazze. Giulio Einaudi Editore, Torino

stopgo

Dal 2013, è in circolazione Stop&Go, un romanzo (parte di una trilogia in lavorazione) dedicato a chi crede di poter interpretare la vita attraverso un'esperienza sportiva, diretta o indiretta, passata o presente, reale o fantastica. Ed è una semplice chiave di lettura del mondo sportivo, ma non solo. Narra della quotidianità di Vittoria, che è prima una persona in divenire, e poi una giocatrice di pallavolo; una giovane che, oltre ad essere un corpo, una mente ed un cuore, vive e si sperimenta all’interno di un microsistema, quello sportivo.

 

LauraMandolesi

"Con soddisfazione posso dire che questo libro rappresenta un esempio di fusione di molti saperi, ben amalgamati tra loro anche grazie al prezioso contributo di Margherita Sassi, un'autorevole psicologa dello sport che lo ha arricchito di approfondimenti più prettamente psicologici che hanno in un certo senso modulato la mia visione di allenamento e di psicologia generale applicata allo sport. Inoltre, desidero sottolineare che Margherita Sassi ha, con estrema cura, contribuito anche alla revisione del testo e si è occupata della stesura dell'indice analitico." L. Mandolesi - tratto dall'Introduzione al Manuale


Recensione a cura di M. Sassi - Manuale di psicologia generale dello sport, di L. Mandolesi, Il Mulino (2017)

La psicologia dello sport è una disciplina relativamente giovane nel nostro Paese. Il Manuale di psicologia generale dello sport scritto dalla prof.ssa Laura Mandolesi ed edito da Il Mulino, è un lavoro estremamente aggiornato, capace di considerare la complessità dello stato dell’arte e di fornire allo stesso tempo indicazioni puntuali e documentate. Il manuale, nasce dalla pluriennale esperienza di una docente impegnata, tra Roma e Napoli, sia nella didattica che nella ricerca. Operando a favore di tanti studenti di Scienze Motorie, l’autrice ha voluto dare forma ad un volume capace di descrivere in maniera precisa e articolata la valenza dello sport in una cornice di stampo psicologico. Accanto alla presentazione delle principali teorie di riferimento, il manuale fornisce infatti suggerimenti operativi per le attività sul campo, prendendo in considerazione alunni, docenti, atleti e allenatori, e finalizzando il progetto editoriale alla comprensione e alla realizzazione del benessere, sia dell’individuo che della collettività. Che si parli di docenti o di allenatori, ciascuno, nello svolgere il proprio ruolo, necessita di una conoscenza scientifica, sia dei processi cerebrali legati all’azione che degli effetti del movimento sul benessere personale. E questo perché, indipendentemente dal tipo di attività, solo un’impostazione simile può offrire un valido supporto al naturale tentativo dell’individuo - alunno o atleta - di dare un senso a quello che accade, all’interno dell’ambiente in cui si muove. Nell’ambito di questo contesto l’autrice presta una cura meticolosa ai particolari, affrontando temi relativi sia all’età evolutiva che all’attività fisica adattata, e analogamente, dimostra una netta disponibilità nel tenere conto degli studenti di Scienze Motorie, offrendo indicazioni rassicuranti su come affrontare il lavoro del futuro, a partire dall’acquisizione di competenze multidisciplinari, ormai necessarie sul piano applicativo.