consulenza

Consulenze

 

progetti editoriali

Letture sportive

corsi

Corsi

 

cresibilità

Cresibilità®️

progetti

Progetti scuola e sport

 

riconoscimenti

Premi ed eventi

approfondimento

"Punti di vista"
La rubrica del mese

spunti sportivi

"Spunti sportivi"

REC-1

"Ricordi Emblematici e Curiosità" (REC) è la sezione progettata per rispolverare eventi e personaggi sportivi di cui è impossibile perdere la memoria. A sottolinearlo una moneta commemorativa a tema che consente di ripercorrere nomi, date e aneddoti attraverso i quali individuare soluzioni congeniali alle esigenze dei futuri atleti.
 
Il seguente articolo: "Cent'anni fa i Giochi erano quasi proibiti" di Elio Trifari, è stato pubblicato su SportWeek, La Gazzetta dello Sport, RCS Quotidiani Spa - Anno V - N. 221 - 7 agosto 2004.
 
Atene ritrova i Giochi: un ritorno alle origini? Ci si può domandare se sarebbe una buona cosa. E stando a quanto avveniva 100 anni fa, pur facendo le debite proporzioni, bisogna proprio dire di no. Se ne rese conto lo stesso Pierre de Fredi, barone de Coubertin. Fin da quando aveva ridato vita all’idea olimpica, aveva avuto chiaro in mente che la diffusione della nuova creatura non poteva prescindere da una sede itinerante, per accendere interesse e entusiasmi nelle diverse parti del mondo; grave sarebbe stato rinchiudersi in Atene. Dopo Parigi, doveva perciò toccare al Nuovo Mondo e agli Usa. De Coubertin pensava a Chicago, come gli suggeriva il suo alter ego negli Stati Uniti, il professor William M. Sloane, che insegnava a Princeton. Ma quest’idea non si concretizzò e si decise di approfittare della Fiera della Louisiana, a St. Louis, appositamente rinviata dal 1903 al 1904. De Coubertin ch’era rimasto scottato dall’esperienza fieristica parigina, nicchiò per un po’, prima di accettare. Poi disse sì: e fu un vero guaio. Alla regia, si autonominò il potente capo dell’AAU, la Amateur Athletic Union, la federazione degli sport dilettantistici Usa, James Sullivan, che creò un’enorme confusione etichettando tutto come “olimpico”, incluse le gare di college dei ragazzini e perfino … il cono gelato, che “debuttò” proprio a St. Louis.
L’Italia non ebbe partecipanti, d’altra parte l’83 per cento degli atleti fu americano. La scomodità del viaggio, la distanza, i costi ridussero la partecipazione ad appena 629 atleti (6 le donne, tutte nell’arco) provenienti da appena 12 Paesi. L’internazionalità fu garantita, a parte piccoli gruppi arrivati apposta, dalle comunità di lingua tedesca di St. Louis, tradizionalmente versate nella ginnastica.
 
🔵  Per saperne di più, leggi oltre.

 

In foto: 2 € ATHENS 2004

Specifiche

Nazionalità: Grecia
Anno di emissione: 2004
Valore nominale: 2 €
Metallo: Rame/Nichel
Peso in grammi: 8.5
Diametro in mm: 25.75
Finitura: Fior di conio
Tiratura: 34.550.000 esemplari

Acquista la moneta

Leggi l'articolo "Cent'anni fa i Giochi erano quasi proibiti" nella sua versione integrale

Per info sul materiale pubblicato contattaci scrivendo a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.