bianca

Numeri, traguardi, abbracci, applausi, si potrebbe accennare a tutto questo, ma invece è del sorriso di Bianca Lucchesi che vogliamo raccontare. Bianca, infatti, è il nome della giovane senese (capitano della squadra under 12/13 di Pallavolo Primo Salto), vincitrice della terza edizione del Premio Paride Castaldi.

 

Un’edizione vissuta nella cornice arancione della famiglia Primo Salto, eccellenza italiana nell’ambito del settore sportivo giovanile, in occasione della presentazione della stagione 2016/17.

Oltre a conferire il Premio, è stato bello sperimentare che quando si parla di passione, impegno e sacrificio, il gusto di avvicinare le realtà e di saggiare le atmosfere diventa prioritario rispetto alla necessità di indire sterili cerimonie.

Incrociare lo sguardo di Bianca ed apprezzare la capacità di ascolto dei presenti (numerosi e partecipi), martedì 13 settembre 2016, presso l’Auditorium Intesa Spa di via Toselli, a Siena, è stata a dir poco un’esperienza eccitante e sorprendente. Grazie alla reciprocità ed alla disponibilità dimostrate, abbiamo potuto apprezzare una realtà cresibile, con una prospettiva di ampio respiro ed una storia di tutto rispetto, chiaramente meritevole del Premio Paride Castaldi, unico nel suo genere a livello nazionale. A Bianca, infatti, è stata consegnata una splendida moneta in argento, commemorativa dei Giochi Olimpici di Rio 2016.

Come Centro di Psicologia dello Sport di Pescara, siamo onorati del partenariato ormai collaudato. L’autenticità e l’autorevolezza del premio attribuito a Bianca Lucchesi sono l’essenza del messaggio che vogliamo trasmettere ai giovani capaci di crescere attraverso lo sport. È il loro sorriso che ce lo dimostra ed è il loro sguardo a desiderarlo.

Complimenti ad Angelo Castaldi, titolare della Numismatica Castaldi che con sapiente gentilezza, riesce a coniugare sport e cultura. In bocca al lupo e buon lavoro all’A.S.D. Primo Salto Siena.

Da qui bisogna ripartire, ed è così che possiamo ricreare uno sport di alta qualità, la stessa che Paride Castaldi ha saputo incarnare.